In seguito a studi condotti da scienziati dell’Università di Praga il profumo giusto, cioè quello che sta bene sulla nostra pelle, non maschera il proprio odore personale, ma lo valorizza grazie ad un’alchimia di aromi che si fonde erfettamente con quello naturale.
L’unico criterio valido per scegliere un profumo è quindi seguire il proprio olfatto e sentire il proprio ‘aroma naturale.
Il legame tra l’olfatto e il cervello non è una novità.
L’aromacologia già all’inizio degli anni ’80 aveva cominciato a studiare gli effetti delle fragranze sull’organismo, delle risposte del corpo e della mente alle stimolazioni olfattive, sia per quanto riguarda le variazioni ormonali, sia la frequenza cardiaca.

Il cervello riesce a decodificare circa 10.000 odori diversi. Non una cifra da poco. Tutti questi odori raggiungono il sistema limbico, la zona del cervello che insieme all’ipotalamo regola la sfera emotiva. In questo modo agiscono sul sistema nervoso in modo subliminale. Ecco la spiegazione scientifica secondo la quale gli odori del corpo sono molto importanti per comunicare, soprattutto a livello sessuale.
E’ stato studiato in un test di psicologia sperimentale che profumarsi aumenta molto la sicurezza di sé e la disinvoltura, soprattutto nei confronti dell’altro sesso.
Il profumo, quindi puo’ essere un mezzo per comunicare ma anche un’arma di seduzione.

UA-44712702-1